perìgeion

un atto di poesia

Tea Rukavina, Poesie inedite

Tea_Rukavina

traduzione dal croato di Giacomo Scotti

Fiume

Moja si istina
Grade
ono sam što jesi
ne dam
ono sam što jesam
gledam
ptice ti po krznu
ruju
stisnut si u moju
škulju
od kamena
mora
i kiše
Tu sam
jer ne treba mi
više

Fiume

Città
sei la mia verità
Non do
quello che sei
Io sono quel che sono
Guardo:
gli uccelli frugano
nella tua pelliccia
Stai stretta nel mio
buco di pietra
di mare
e pioggia
Sto qui
perché non ho bisogno
di più.

*

Manifest

Kad šutim
umirem
Kad volim
tugujem
Kad pišem
živim

Manifesto

Quando taccio
muoio
Quando amo
sono afflitta
Quando scrivo
vivo

*

Meditacija

Postoji samo disanje
i kao da je vrijeme stalo
svijet se pretvara
iz velikog u malo.
Mikrokozmos čovjeka
odjednom se proširi,
crne mrlje stvarnosti
zamjenjuju leptiri.
Nemiri se istope,
oklop postane mi tijesan,
kroz podsvijest mi prostruji:
kad ne razmišljam – jesam.

Meditazione

Esiste soltanto il respiro
sembra che il tempo si sia fermato
il mondo si trasforma
da grande in piccino
Il microcosmo dell’uomo
si espande all’improvviso
le macchie nere della realtà
vengono sostituite dalle farfalle.
Le inquietudini si sciolgono
la corazza mi si fa stretta
nel subconscio sento scorrermi un alito:
quando non penso – esisto.

*

Zrelost

Što ti voliš na meni?
Jesi li me birao
pod pravim svjetlom
i pravim kutem?
Jesi li me isprobao
da vidiš žuljam li te?
Jesi li se zapitao
kakva ću biti
kad budem iznošena
i stara?
Hoću li ti i tada
pristajati?

Maturità

Ma tu che vuoi da me?
Mi hai forse scelta
sotto la giusta luce
e sotto l’angolo giusto?
Mi hai messo alla prova
per vedere se faccio venire i calli?
Ti sei chiesto
come sarò quando
sarò consunta
e vecchia?
Sarò adatta per te
anche allora?

*

Vlak

Vlak prolazi.
Dira me njegova
samoća
i buka kojom probija
živote.
Skladnog duha
sjedim u sobi.
O, sirotinjo!
O, bijedni crvi
svakodnevice!
Zagreb tiho bruji.
Vlak prolazi.

Il treno

Passa il treno
Mi commuovono la sua
solitudine
e il fragore con cui
perfora le vite.
Con anima armoniosa
siedo nella stanza.
Oh, povertà!
Oh, vermi miserabili
della quotidianità!
Zagabria ronza sottovoce
Passa il treno.

*

Plagijat

Plagiram svemir.
On mi govori stihove,
a ja, kao slučajno,
uvijek zaboravim
staviti znakove navodnika.

Plagio

Plagio l’universo
Esso mi detta i versi
ed io, come per caso,
dimentico sempre
di metterli tra virgolette.

*

More

More je tu.
Vječan svjedok
ljudskih mijena.
Toliko je blizu.
Toliko veliko.
Toliko u meni.
Šuti i čeka
da nas jednoga dana
slasno
proguta.
Pokušavam pojmiti
njegovu
sveobuhvatnost.
Pokušavam se oduprijeti
njegovoj
privlačnoj sili.
More je tu.
Trajni promatrač
ljudske kratkotrajnosti.

Il mare

Il mare è qui
eterno testimone
delle umane maree
È così vicino
così grande
così tanto dentro di me.
Tace ed aspetta
il giorno in cui
voluttuosamente
ci inghiottirà.
Provo ad immaginare
la sua
universalità
Provo ad oppormi
alla sua
forza di attrazione
Il mare è qui
eterno osservatore
dell’umana fugacità.

*

Tea Rukavina è ingegnere civile con una forte passione per la poesia. Nata a Fiume nel 1988, ha scritto la sua prima poesia a 5 anni. Ha pubblicato una prima raccolta dal titolo Ornament (Ornamento), e sta per uscire la seconda, Plagijat (Plagio). Fa parte dell’Associazione Croata degli Scrittori.

Annunci

4 commenti su “Tea Rukavina, Poesie inedite

  1. angela palmitesta
    22/02/2015

    Manifest

    Kad šutim
    umirem
    Kad volim
    tugujem
    Kad pišem
    živim

    τι είναι αυτό? Ο καφές έπεσε έξω από το φλιτζάνι μου.
    Ενα βρυχηθμό, μια αστραπή: σίγουρα.

    Σας ευχαριστώ, ποιήτρια.

    Liked by 1 persona

  2. tommasopapais
    22/02/2015

    Il poeta plagia l’universo per ricondurre l’uomo al silenzio da cui tutto origina. Quando scrivo vivo, quando non penso esisto.

    Mi piace

    • francescotomada
      22/02/2015

      Questo commento è già una poesia.

      Francesco

      Mi piace

  3. almerighi
    23/02/2015

    è poesia elementare, epigrafica ma efficace, riempie l’illusione di vuoto che molta altra poesia genera

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22/02/2015 da in poesia, poesia croata, traduzioni con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: