perìgeion

un atto di poesia

Ilaria Seclì, Non ditelo ai bambini

Riprendiamo e diffondiamo da LE RAGIONI DELL’ACQUA l’accorato, commosso e commovente intervento che Ilaria Seclì dedica alla controversa questione della supposta epidemia di “xylella fastidiosa” che sta falcidiando gli olivi del Salento; ci sono ottime ragioni per credere che dietro gli interventi proposti si celino inconfessabili interessi economici e politici che, senza farsi alcuno scrupolo, mettono in pericolo la vita e la salute di un’intera popolazione; due sere fa a Lecce si è tenuta una manifestazione spontanea di cittadini che chiedono sia preservata e rispettata la salute delle persone e l’integrità del complesso ecosistema salentino; sull’onda delle emozioni suscitate dalle reazioni e dalle richieste delle persone presenti alla manifestazione Ilaria ha scritto il testo che ha poi pubblicato nel suo blog e che noi di Perìgeion volentieri rilanciamo.

le ragioni dell'acqua

Oppure non guarderemo più in faccia i nostri figli.
E i nostri nati torceranno il viso da noi. Considerate. Deportazioni. Sradicamenti.
Vite interrotte.
Volontà assassine di pochi a danno dei molti. Interessi. Money money money.
Se vogliamo continuare a guardare i nostri bambini negli occhi, dobbiamo fermarli.
Lo gridano in tanti, la voce di Ivano si rompe. La cura più velenosa della malattia.
La terapia avvelena, il profitto avvelena e condanna. O questo o quello. O salute o lavoro.
Dei diritti se ne parlerà a teatro, più tardi, o al cinema. Saranno citati su stanchi e anemici depliants nell’anniversario stanco e anemico dei diritti del cittadino o del bambino.
A scuola se ne parlerà sicuramente. Può bastare. Fatevelo bastare, dicono. Non siate patetici, non fate richieste estreme, non è tempo. Bisogna accontentarsi, rassegnarsi. Scegliere il male minore. Magari costruiranno resort, molti resort, campi da golf magari, piscine, parcheggi, centri commerciali…

View original post 735 altre parole

Annunci

3 commenti su “Ilaria Seclì, Non ditelo ai bambini

  1. angela palmitesta
    05/03/2015

    Dall’isola di Zante , conosciuta in Italia per essere il luogo natio del grande Foscolo ma conosciuta in Grecia altresì come una delle zone col più alto tasso di produzione pro capite di olio, accogliamo con grande sgomento e compassione queste notizie inquietanti .
    Negli ultimi due anni la produzione locale ha subito una deflessione preoccupante a causa della devastante ” mosca dell’olivo”.
    Forse pochi sanno che una rara specie di pipistrello ha come habitat ideale gli uliveti delle zone colpite e, diventando meno “raro”, potrebbe ridurre la popolazione dei fitofagi incriminati.
    La natura è un cerchio perfetto: i soldi e il potere sono la solita, schifosa μουτζούρα*.

    * dal greco: scarabocchio.

    Mi piace

  2. Antonio Devicienti
    05/03/2015

    Ancora oggi i legami tra la Terra d’Otranto e la Grecia sono forti e tenaci, io per primo mi sento con fierezza, in pieno 2015, un “Greco d’Occidente”, per cui grazie, Angela, grazie per le sue parole le quali colgono molto bene la questione centrale degli inconfessabili e inconfessati interessi che si celano dietro la moria degli olivi salentini e gli apocalittici rimedi proposti a livello ufficiale da una politica cieca ed ignorante, serva eppure (forse proprio per questo) arrogante.

    Liked by 1 persona

  3. iole
    07/03/2015

    Ilaria Seclì è una delle autrici che assolutamente BISOGNA LEGGERE!
    un bisogno, sì, di voci che sappiano raccontarci la terra e l’uomo e portarli al loro meraviglioso stupore che fa vita!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: