perìgeion

un atto di poesia

Stefano Moratto, Le linee di Nazca

 

 

Moratto (2)

 

di Francesco Tomada

 

Dallo scorso anno le Edizioni Culturaglobale di Cormons hanno inaugurato una collana di pregevoli plaquettes numerate in cento copie. Gli autori fin qui pubblicati sono Marina Giovannelli, Michele Obit, Piero Simon Ostan, Stefano Moratto e Nino Iacovella. Su Poetarum Silva si possono trovare le note sui lavori di Michele Obit e Piero Simon Ostan.

 

Come raccogliere tutto in meno di dieci poesie, come declinare le parole in diverse lingue, come riuscire ad indignarsi, a gridare la rabbia e insieme commuoversi nella tenerezza: è tutto qui, in questa manciata di testi che percorrono l’universo di Stefano Moratto, universo che è il nostro Nordest ma anche la terra di qualsiasi persona abbia in sé una coscienza e una sensibilità viva. La poesia di Stefano è come un albero, dalle radici riceve l’appartenenza alla terra e l’attrito dello scavo nella crescita verso il basso, dalla chioma la capacità di guardare lontano, vedere le miserie del mondo e intanto continuare a cercare il sole.

 

***

 

Il prezzo dei passi

Prova a chiedere il prezzo di un passo
a chi gli splende ai piedi
l’alfabeto del serpente
A chi paga il camminare allo scorpione
e all’impossibile enigma
di una sfinge
per ogni passaggio di sabbia
Chiedi dov’è il limite
la misura da non riempire
risalendo da Ougadougou
Lagos Accra
Kobanê o Bamako
e perché camminare
non sia solo fatica
ma affronto e offesa a ogni dio

E a ogni dio tu chiedi
che cos’è questa offesa
che resiste e resta anche dopo Scilla
o la sete di bestia di Cariddi
E perché ogni passo
di bestia in bestia
si misura e paga arandosi addosso
le linee attraversate
fino a diventare geografia
di ciò che è adesso
qui
il più gran reato:
avere due piedi
aver camminato.

 

***

 

Lis liniis di Nazca

Come a cirî alc
sgarfâlu fûr di tiaris magris
sgrifâsi tai bârs che l’aiar al môf…
Chistis stradis che a savarin
di Cividât a Buri
di Manzan al nie
chist a son
Tornâ a vê une gjeometrie piardude
une mape par spietâ i dius
une misure
un orloi
un agâr…

Cuatri frutats di gnot
sul asfalt sut
a pissin di bessôi

Le linee di Nazca
Come a cercare qualcosa / scavarlo fuori da terre magre / graffiarsi nei cespugli che il vento muove… / Queste strade che delirano / da Cividale a Buttrio / da Manzano al nulla / questo sono / Riavere una geometria perduta / una mappa per attendere gli dei / una misura / un orologio / un solco… // Quattro ragazzi di notte / sull’asfalto asciutto / pisciano da soli

 

***

 

Farcadice

Coventavin pîts luncs e selvis
musis di salvâ
agns tant che jespis
par rivâ ca su
a mirâ dut ator
la farcadice
Coventave chiste savietât
(ise vere Lussie Vere ise vere Raff BB?)
par viodi la gjeografie
di chiste tiare masanade
e lei un cualchi alc

E ancje se dome ogni tant ti pâr
che la lenghe e cognossi il vin
il pneume il fun
la piel lis vibrazions…
se di chist tu ti visis
tal sbridinâsi des animis
bastiti avonde
cul to mac di pantan
e un macaron di gjonde
in man

Tana di talpa
Erano necessari piedi lunghi e selve / facce da salvare / anni come vespe / per arrivare quassù / a mirare tutt’attorno / la farcadice / Era necessaria questa saggezza (è vero Lussia Vera è vero Raff BB?) / per vedere la geografia / di questa terra macinata / e leggerci un qualcosa // E anche se solo ogni tanto ti sembra / che la lingua riconosca il vino / lo spirito il fumo / la pelle le vibrazioni… / se di questo ti accorgi / nel lacerarsi delle anime / bastati / con il tuo mazzo di fango / e uno gnocco di gioia / in mano

 

***

Annunci

2 commenti su “Stefano Moratto, Le linee di Nazca

  1. amara
    28/09/2015

    mi piacciono proprio tanto.. un incedere così sanguigno e un uso della parola che sento..

    Mi piace

  2. Evangelia Polymou
    29/09/2015

    L’ha ribloggato su evangeliapolymou.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: