perìgeion

un atto di poesia

Vivide prospezioni

 

 

giuseppe-zuccarino-prospezioni-copertina

 

di Marco Furia

 

Con “Prospezioni. Foucault e Derrida”, Giuseppe Zuccarino propone una nutrita raccolta di saggi dedicati a Michel Foucault e Jacques Derrida.
Non intendo con questa nota entrare nel merito degli interessantissimi argomenti trattati: mi concentrerò, invece, sulla scrittura di Zuccarino, cercando d’illuminarne alcuni caratteri.
Caratteri come quelli che, per esempio, emergono dalla lettura del brano seguente (pagine 85 e 86):

“Nel 1974, le edizioni Gallimard pubblicano un libro collettivo sulla letteratura francese nel quale ogni autore del passato è preso in esame da uno del presente. In quest’occasione, il compito di trattare Mallarmé viene affidato non a uno scrittore o a uno studioso di letteratura, bensì a un filosofo, ossia Derrida. Egli non si adatta del tutto alla committenza, anzi evita di produrre un testo che presenti al lettore, in maniera tradizionale, la vita e l’opera del poeta”.

Poco più avanti, l’autore specifica come Derrida affronti l’argomento propostogli parlando “anche di Stéphane Mallarmé. Della sua opera”, “Della sua vita, anzitutto”.
Il Nostro ci mette in contatto con un filosofo (invitato a parlare di un celebre poeta) usando, come reso evidente dal passaggio citato, un tono discorsivo, scorrevole, quasi colloquiale, coinvolgendoci, così, in una narrazione ricca di stimoli.
A lui, come a Derrida, interessa la “vita, anzitutto”?
Sì, senza dubbio.
Un altro aspetto emerge con chiarezza: il non considerare poesia e filosofia come campi rigidamente separati tra loro (non a caso, a mio avviso, l’editore affidò “il compito di trattare Mallarmé” “non a uno scrittore o a uno studioso di letteratura, bensì a un filosofo”).
Avverto una feconda valenza in un gesto che, a partire dal 1974 (anno di pubblicazione del libro edito da Gallimard) per giungere al 2016 (anno di pubblicazione del volume oggetto della presente nota), considera la scrittura non un’unità concettuale frutto di un pensiero esterno, bensì una forma del vivere.
Essere individui appartenenti al genere umano può e deve costituire occasione di molteplici ricerche e analisi, ma deve anche, per così dire, bastare, poiché gli aspetti più disparati, lungi dall’andare a incasellarsi in uno schema precostituito, esistono nel divenire di multiformi lineamenti.
La fisionomia, insomma, è l’oggetto dell’opera promossa da Gallimard, condotta a termine da Derrida e riferita, per via d’intelligenti sequenze discorsive, da Giuseppe Zuccarino: una fisionomia che è qui descrizione, resoconto di atteggiamenti, ossia tentativo (riuscito) di presentare aspetti nel loro articolarsi.
Quanto detto a proposito degli scritti sul lavoro di Derrida vale anche per quelli dedicati a Foucault, di cui fin qui non ho parlato per riferirmi soltanto alla citazione iniziale: ritengo opportuno a questo punto, perciò, riportare un brano tratto da un capitolo in cui si parla, appunto, di Foucault (pag. 73):

“A questa natura debole e insidiosa del corpo, l’uomo ha sempre tentato di sottrarsi con l’immaginazione, oppure mutando il proprio aspetto con vari mezzi (maschera, trucco, tatuaggio, abito cerimoniale, uniforme militare, ecc.), mai esenti da implicazioni magiche. Persino il modo di agire può essere utile a trasformare la nostra parte fisica in qualcosa di diverso”.

Come si vede, è questa la colloquiale strada stilistica percorsa da un saggista di vaglia che non considera l’esserci materia esauribile, ritenendolo, piuttosto, assieme di attitudini espressive sempre suscettibili di ulteriori indagini.
O, se si preferisce, di ulteriori “Prospezioni”.

 

Giuseppe Zuccarino, “Prospezioni. Foucault e Derrida”, Mimesis Edizioni, 2016, pp. 147, euro 16,00

 

Annunci

Un commento su “Vivide prospezioni

  1. ninoiacovella
    03/12/2016

    La scrittura è una forma del vivere…
    Mi ci ritrovo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: