perìgeion

un atto di poesia

Margherita Rimi, Nomi di cosa-Nomi di persona

margherita-rimi

a cura di Roberto R. Corsi

***

La madre frigorifero

alle madri dei bambini autistici

La madre piangeva il suo bambino

Bettelheim disse che:
«è una madre frigorifero»

si convinse che
è colpa della madre
la colpa

si convinse che
c’è una colpa
che la scienza può dare la colpa

La madre piangeva il suo bambino che
non l’abbracciava.

***

Tutto il resto
(a testa in giù) 

Quando le madri erano giovani
nessuno pensava di diventare grande

Quanta corsa è stare in questo petto
oltrepassare l’ordine dei giorni

Da qui dove si vede: che è solo dal rovescio
nessuno era venuto per morire

Nessuno per mettere fine a questa storia.

***

Sulla fisiognomica del poeta 

per Amedeo Anelli

Per sapere se un poeta è buono
bisogna avere una sua fotografia
guardarlo di fianco, di traverso e poi di fronte

Osservare l’assetto del suo naso
la posa del suo mento
l’incrocio della mandibola con il suo orecchio

e non perdere l’angolo, la misura del suo angolo.
E poi tracciare la distanza dei suoi occhi
la radice quadrata dei suoi denti

Tirare a indovinare se la sua lingua corrisponde
alla superficie della fronte
se c’è una distanza un sogno tra la bocca e l’anima.

***

Fare della testa

(una testa)
senza testa:

una parola che non pensa
e senza coraggio il rigo.

______________
Margherita RIMI, Nomi di cosa-Nomi di persona. Poesie, Venezia: Marsilio, 2015, pp. 150.
Foto dell’A. via InternoPoesia.

Advertisements

Informazioni su Roberto R. Corsi

Homo sum, humani nihil a me alienum puto. Scrivo per lo più [di] poesia e di musica classica, arte, cultura. I mostly write [about] poetry and about classical music, art, culture.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26/12/2016 da in poesia, poesia dialettale, poesia italiana con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: