perìgeion

un atto di poesia

Sonia Lambertini, tre poesie da “Danzeranno gli insetti”

lambertinib-rot

a cura di Roberto R. Corsi

Se cerchi il punto di non ritorno
del seme buono nel ventre scarno
feconda il tronco, chiama il suo nome
che l’apparenza diventa inganno.

E l’eco arriva dritto come pugno al petto
quando ti stringe e ti promette il volo
-mente-
guarda l’ombra ormai terra e la radice
digiuna nell’attesa, divora i suoi figli.

*

Quando nulla ti è dovuto e non sai come
conosci il cerchio nero che ti assedia chiedi
quale strano progetto ha preso i tuoi occhi
per riempirli di colore giallo ocra e rosso

senti il passo della libella lo sfregare delle antenne
la resa in volo desiderio del maschio sul filo d’erba
e l’aria che sposta la curva il segmento che unisce
trovarsi dal nulla negli occhi del nostro calvo inverno.

*

Ascolta padre gli occhi negli occhi del padre
non puoi sbagliare le parole verranno semplici
i piedi bianchi e nudi leggeri alla tua bocca
con petali parola bianchi che usciranno
dalla tua bocca padre, si poseranno sui miei occhi
rosso stanco, sporcali di giallo ocra e il verde
della libella sul filo d’erba si guarda nell’acqua
gioca nei cerchi scolorano i tuoi occhi.

***

Mi sono imbattuto in rete nella poesia di Sonia Lambertini e ho subito avvertito una grande forza espressiva su una pluralità di registri. La selezione per Perìgeion di questo trittico, proveniente dalla raccolta edita lo scorso anno da Marco Saya, è “autentica” come si direbbe in giuridichese, cioè operata dalla stessa A.
Difficile, con qualunque tipo di scelta, abbracciare la densità di tematiche e riferimenti che fa capo al libro; giocoforza impossibile, poi, apprezzare l’intera tessitura del legame reciproco delle liriche – anche se qui osserviamo un rimando molto significativo tra seconda e terza poesia. L’assaggio però esemplifica già alcuni marchi di fabbrica: una musicalità rafforzata da ripetizioni e “enjambement non obbligati”, nonché una declinazione cromatica che peraltro va vista sempre nell’ottica dell’efficace definizione che della raccolta ha dato Elio Grasso in testa a una sua nota: “Appunti per un’idea di poesia nera”. Nero che, come desumiamo dalla lettura, non è affatto assenza di colore, bensì “odio profondo per la vacanza” (sempre Grasso) dell’altrui disimpegno poetico, rapporto vigile con la propria finitudine e, piuttosto, coscienza indagatrice della ferita. Spicca in questo senso la poesia dedicata al rapporto col padre, la cui figura è un leitmotiv polisemantico (padre e maschio) che risuona lungo l’intera opera.
Tutto ciò – ed è da qui che deriva il fascino immediato – tenendo sempre ferma la misura tra confessionale e criptico, come rileva anche Mario Fresa nell’introduzione alla raccolta.
Per approfondimenti e un’ulteriore selezione di liriche, rimando anche alle disamine articolate operate da Giacomo Cerrai ed Enzo Campi.

La foto ci è stata gentilmente fornita dall’A. ed è di sua proprietà.

Annunci

Informazioni su Roberto R. Corsi

Homo sum, humani nihil a me alienum puto. Scrivo per lo più [di] poesia e di musica classica, arte, cultura. I mostly write [about] poetry and about classical music, art, culture.

6 commenti su “Sonia Lambertini, tre poesie da “Danzeranno gli insetti”

  1. Pingback: Sonia Lambertini, tre poesie da “Danzeranno gli insetti” | Roberto R. Corsi

  2. SoniaLambertini
    20/04/2017

    L’ha ribloggato su sonia lambertini.

    Mi piace

  3. SoniaLambertini
    20/04/2017

    Ringrazio di cuore Roberto R. Corsi per la nota critica e Perìgeion per l’ospitalità.

    Liked by 2 people

  4. poesiaoggi
    20/04/2017

    L’ha ribloggato su poesiaoggi.

    Liked by 1 persona

  5. almerighi
    11/07/2017

    brava. Come si reperisce il libro?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/04/2017 da in poesia, poesia italiana con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: