perìgeion

un atto di poesia

Tagli scelti di poesia, Lorenzo Gattoni

Lorenzo

 selezione a cura di ‘Z

e se piango dammi del vino
e non ti voltare a guardare
lo scoppio in galleria

raccogli i frammenti del tuono
come fossero fossili
dell’eterno macello

su scissile soglia
il sorriso è una rupe che frana

***

a piedi nudi sul muschio
l’incendio
delle dita dilata
l’orizzonte

non sei nulla di quello che sei

***

Come è lontano
il mare dal senso
della spiaggia

      sembrava facile costruire
      un castello sulla sabbia

l’ onda conserva la traccia
del fondale

la corsa del granchio

l’immobile danza della medusa

l’attrito forzato dei grani
l’uno contro l’altro

***

nel giardino
l’autunno della statua
arrugginisce la luce

nudo è il ponte
il marmo rosa della casa
scolpito dal freddo

la porta fuggita
dai cardini verso
un viale di solo deserto

***

oggi la luce mi acceca
sulla barca di sabbia
il muro che specchia la riva
e un bambino che sfonda il soffitto

condisco la pasta piangendo
e mastico piano: attendo
che passi l’attesa
con l’ombra che supera l’ombra

***

poso la mano
e poi la sollevo

resta sul palmo
un grumo, la calma
delle vene

***

è un vento che cerca la vela
davanti al muro dove
conto gli sguardi posati

accarezzo i mattoni
di antiche carezze ossidate

poesie tratte da La frattura del sorriso e Scatti di Posa

Lorenzo Gattoni è nato nel 1960 a Milano, dove attualmente vive e lavora. Ha pubblicato le raccolte di poesie Il vetro e la cera (Edizioni Tracce, Pescara 1998); La frattura del sorriso (ExCogita Editore, Milano, 2001) con la quale ha vinto il Premio Letterario Dialogo 2002; la plaquette Scatti di posa-cinque poesie (Dialogolibri, Olgiate Comasco 2002) e Scatti di posa (Edizioni Joker, Novi Ligure 2004). Misure di vuoto (Edizioni Joker, Novi Ligure) è del 2008.

Annunci

4 commenti su “Tagli scelti di poesia, Lorenzo Gattoni

  1. giadep
    11/10/2018

    “Come è lontano/il mare dal senso/della spiaggia” – straordinari versi! Grazie, un saluto! Giampaolo

    Piace a 2 people

    • angelina
      11/10/2018

      Sì, molto belli. Ciascuno leggendo un altro uomo legge anche se stesso e a volte si stupisce e pensa: guarda un po’, proprio come mi verrebbe da scrivere a me.
      Tre versi che racchiudono una verità completa, come la conchiglia che affiora tra acqua e sabbia.

      Piace a 3 people

  2. ninoiacovella
    14/10/2018

    Questi “tagli scelti” su Lorenzo Gattoni sono stati visualizzati sui social in modo virale. Per un poeta appartato come Gattoni è una corrispondenza che mi commuove. Ed è anche il segno che la poesia di valore si sostenga da sé, basta saper scegliere, appunto, i tagli migliore da posizionare sul banco.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11/10/2018 da in poesia italiana, Tagli scelti di poesia con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: