perìgeion

un atto di poesia

Stefania Rucli, tre inediti

 

 

 

rukk

 

 

Avevamo già avuto modo di ospitare e apprezzare la poesia di Stefania Rucli, giovane poeta del Nord Est che adesso vive a Milano (trovate qui una selezione dei suoi testi).

E’ quindi un piacere ritrovarla adesso e constatare che Stefania mantiene lo stesso rapporto di purezza con la parola, che sembra unirsi allo stupore di trovarsi una materia incandescente, spesso dolorosa e a volte incontrollabile fra le mani. Senza perdere l’immediatezza e la nudità che contraddistingue la scrittura, la poesia sembra però distendersi appena, trovare una dimensione che è giusta, né troppo né troppo poco, e un respiro che reclama e merita attenzione.

 

 

***

 

bo

 

dici sempre bo

che cosa vuol dire bo

non vuol dire niente

bo

 

ma se fosse

l’inizio di qualcosa d’altro il principio

di un’esplosione

 

bomba

 

bottone

 

bocca

 

***

 

hai predisposto tutto

come si fa ai matrimoni

le tue cartoline a sinistra

e sempre a sinistra

il libro dove si firma per dire

io c’ero

a destra una panca per riposarsi

e in fondo un giradischi

e non so quanti vinili

_ che posto perfetto per ballare!

 

se non fosse che

in mezzo a tutta quella vita

c’era il tuo corpo

senza vita

comprese le tue mani

che le riconoscerei tra cento

oh.. Vit! mi sarei divertita!

 

ma ora che cosa vuoi che ti dica

se non trovo mezza parola per esprimere

tutta la vita che ci siamo scambiati

e allora quello che penso è che tu sei il meno

morto

di tutti i miei morti

 

***

 

meno male che non si disimpara

a camminare

che ho fatto prove continue di cammino

in media

seimila passi al giorno

per trenta giorni

per dodici mesi

per ventiquattro anni

circa

cinquanta milioni

una preparazione appena sufficiente per non

restare paralizzata

su ponte brunelleschi

sotto la pioggia di novembre

con il regalo di luca in un sacchetto di carta

mentre imploro al mio cuore di reggere

l’ennesimo attacco di

panico

 

***

2 commenti su “Stefania Rucli, tre inediti

  1. Pingback: Stefania Rucli, tre inediti — perìgeion | friulimultietnico

  2. poetella
    25/09/2020

    proprio brava!
    Bello che sia così giovane!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25/09/2020 da in inediti, poesia, scritture con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: