perìgeion

un atto di poesia

Ernst Jandl, La vendetta della lingua è la poesia

 

l’orchestra fanatica

il direttore alza la bacchetta
l’orchestra brandisce gli strumenti

il direttore apre le labbra
l’orchestra intona un grido di rabbia

il direttore batte con la bacchetta
l’orchestra fracassa gli strumenti

il direttore allarga le braccia
l’orchestra ondeggia nello spazio

il direttore china la testa
l’orchestra rovista nel pavimento

il direttore suda
l’orchestra combatte con alluvioni scroscianti

il direttore guarda in alto
l’orchestra schizza in cielo

il direttore è infiammato
l’orchestra si disintegra bruciata

 

das fanatische orchester

der dirigent hebt den stab
das orchester schwingt die instrumente

der dirigent öffnet die lippen
das orchester stimmt ein wutgeheul an

der dirigent klopft mit dem stab
das orchester zerdrischt die instrumente

der dirigent breitet die arme aus
das orchester flattert im raum

der dirigent senkt den kopt
das orchester wühlt im boden

der dirigent schwitzt
das orchester kämpft mit tosenden wassermassen

der dirigent blickt nach oben
das orchester rast gegen himmel

der dirigent steht in flammen
das orchester bricht glühend zusammen

***

augurio

noi tutti auguriamo a chiunque ogni bene:
che il colpo a lui diretto per l’appunto lo manchi;
che, immancabilmente colpito, non sanguini in modo evidente;
che, siccome sanguina, almeno non si dissangui:
che, nel caso si dissangui, non senta dolore;
che, dilaniato dal dolore, si ritrovi al punto
dove non ha ancora mosso il primo passo falso –
noi chiunque auguriamo a tutti ogni bene

 

glückwunsch

wir alle wünschen jedem alles gute:
daß der gezielte schlag ihn just verfehle;
daß er, getroffen zwar, sichtbar nicht blute;
daß, blutend wohl, er keinesfalls verblute;
daß, falls verblutend, er nicht schmerz empfinde;
daß er, von schmerz zerfetzt, zurück zur stelle finde
wo er den ersten falschen schritt noch nicht gesetzt –
wir jeder wünschen allen alles gute

***

canzone d’estate

siamo gli uomini sui prati
ben presto uomini sotto i prati
e diventiamo erba, diventiamo bosco
sarà una villeggiatura più tranquilla

 

sommerlied

wir sind die menschen auf den wiesen
bald sind wir menschen unter den wiesen
und werden wiesen, und werden wald
das wird ein heiterer landaufenthalt

.

(Traduzione di Giusi Drago)

I due primi testi sono tratti da Ernst Jandl, einer raus einer rein, antologia di poesie scelte da Klaus Wagenbach, Berlin, 2006. Sommerlied è tratta da Ernst Jandl, Poetische Werke, curata da Klaus Siblewski, München, 1997.

 

3 commenti su “Ernst Jandl, La vendetta della lingua è la poesia

  1. poetella
    15/05/2021

    😊

    "Mi piace"

  2. Che sorpresa ritrovare Jandl in rete. Ogni tanto riusciamo a leggere anche della poesia sui blog. Ogni tanto. Grazie.

    Piace a 1 persona

    • grisdrago
      17/05/2021

      Ciao caro Massimiliano, grazie a te! Jandl diceva di sé:
      “ha sempre avuto qualcosa da dire, e ha sempre saputo che si può dire così e così e così; perciò non si è mai dovuto affannare a dire qualcosa, piuttosto si è dato pensiero di come dirlo. perché in ciò che si ha da dire, non c’è alternativa, ma in relazione al modo di dirlo esistono un numero imprecisato di possibilità. ci sono poeti che dicono tutto il possibile, e lo fanno sempre nello stesso modo. agire in tal senso non lo ha mai attratto; da dire infatti alla fin fine c’è sempre una sola cosa, ma questa va detta sempre di nuovo e sempre in nuovi modi”.
      (Da Dingfest 1973). Sono molto d’accordo…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15/05/2021 da in poesia tedesca, traduzioni con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: