perìgeion

un atto di poesia

Il bello dell’imperfetto: perché continuare a tradurre poesia

di Raffaela Fazio Non esiste traduzione perfetta, per fortuna. Ecco perché si continua a tradurre. Questo vale ancora di più per la traduzione della poesia. Ogni traduttore, nell’operare scelte che … Continua a leggere

20/12/2019 · 3 commenti

Luca Medeot, L’attesa sulla soglia

        L’attesa sulla soglia / Appunti per un poema di viaggio da Trento all’Ararat (Italic) , raccolta d’esordio di Luca Medeot, è un libro intensissimo, che ha … Continua a leggere

05/05/2019 · 1 Commento

Franz Krauspenhaar, inediti

        Tu mi farai dannare! tu sarai il poeta Tu mi farai dannare! tu sarai il poeta del danno, dell’esercizio di morte lenta; e dire che eri … Continua a leggere

15/04/2019 · 1 Commento

Tutte le poesie 1971-1994; Dario Villa

    di Marco Ercolani Forse mi è capitato di descrivere l’assordante violenza del vuoto, il lavorio da topo dell’alienazione, il punto in cui le parole non tengono, la nitida … Continua a leggere

15/01/2019 · 3 commenti

Maurizio Casagrande, In sènare / In grigio

      A volte ho l’impressione che recensire un libro sia quasi imprigionarlo, soffocando la magia che contiene. Meglio allora attraversare In sènare / In grigio (Ronzani Editore) di … Continua a leggere

10/12/2018 · 2 commenti

Claudio Pagelli, La bussola degli scarabei

          La bussola degli scarabei (Ladolfi, 2017) di Claudio Pagelli, è un libretto agile e sorprendente: agile perché la raccolta, o forse sarebbe meglio dire plaquette, … Continua a leggere

20/11/2018 · Lascia un commento

Marco Ercolani intorno a “Andare per salti” di Annamaria Ferramosca

      di Marco Ercolani   «mano che scrive parla con il tempo scrive ostinata prima del nuovo diluvio […] mano che scrive ostinata a fermare il tremore» La … Continua a leggere

10/10/2018 · 1 Commento